Lo Stato del Bitcoin Q1 2015 – Record degli investimenti nelle Startup CoinDesk 10 aprile 2015

bitcoin coindesk

Questo articolo passa in rassegna alcuni principali risultati del nuovo rapporto, che si concentra sugli eventi nell’ecosistema bitcoin dall’inizio del 2015.

Gli investimenti Venture Capital sulle startup bitcoin raggiungono i $676 milioni

Il primo trimestre 2015 ha visto un nuovo record di investimenti venture capital sulle startup bitcoin: $229m.

A condurre la classifica del Q1 sono state la  21 IncCoinbase, società che hanno ricevuto rispettivamente $116m e $75m. Questi rappresentano i due più grandi cicli di investimento mai effettuati in bitcoin.

Con un totale di fondi da $121m, 21 Inc ha ora sorpassato Coinbase diventando la più capitalizzata startup in bitcoin. Comunque ci sono pochissime informazioni disponibili sulla società oltre al fatto che incontri la definizione di ‘universal’ bitcoin company* (Slide 27).

Dal 2012, un totale di $676m (Slide 29) è stato investito in bitcoin startups, con un 51% di crescita dalla fine del 2014.

slide 29 bitcoin venture capitalIl numero della Nazioni che hanno ricevuto investimenti a rischio VC è cresciuto anche esso da 18 a 22 nel prim otrimestre del 2015.

Le quattro nuove nazioni sono Barbados, Francia, Kenya e Svizzera.                    La piattaforma di rimesse BitPesa è diventata anche la prima bitcoin startup con base in Africa a ricevere fondi VC .

Dall’inizio dei nostri reports State of Bitcoin , abbiamo sempre sostenuto che si potesse quantificare quanto la frase ‘bitcoin è come Internet degli inizi‘ fosse calzante,  comparando i livelli di interesse VC tra i due.

Il nostro ultimo report ha indicato come il totale degli investimenti VC per le società bitcoin nel 2014 ben superasse i $250m investiti nella prima fase delle Internet startups nel 1995.

Se si guarda più avanti (Slide 30), gli investimenti VC in bitcoin startups quest’anno sono attualmente proiettati al sorpasso dei  $638m investiti nella prima fase delle  Internet startups nel 1996.

Il prezzo del Bitcoin si stabilizza dopo un inizio difficile

L’ ecosistema bitcoin ha dimostrato nel complesso una robusta crescita all’inizio 2015, a dispetto della caduta della sua quotazione della prima metà di gennaio. La quotazione del Bitcoin ha sorpreso molti rompendo la soglia inferiore a $ 200, considerata un’importante indicatore psicologico.

Il 14 gennaio il CoinDesk BPI è caduto a $177, ed è attualmente  in ribasso del 24% nel 2015 (Slide 11).

slide 11 coindesk bitcoin price index

Anche se il Bitcoin ha visto un calo significativo all’inizio del 2015, il suo prezzo si è stabilizzato a circa 250 dollari. A sua volta, la tendenza al rialzo nel volume degli scambi mensile non è stata influenzata negativamente dal calo del prezzo bitcoin (Slide 12).

Ciò potrebbe essere il riflesso di un maggiore opportunità di scambio in entrambe le direzioni per quanto riguarda la sua volatilità, in crescita ed in ribasso.

slide 12 bitcoin volume

Il movimento del prezzo del Bitcoin  sembra quindi attirare meno attenzione. Per esempio il numero di storie legate al prezzo nei 10 più popolari articoli su  CoinDesk è sceso in modo significante, da sette nel Q3 2014 a solo due in questo quarto (Slide 21).

Il Bitcoin lotta per diventare il principale mezzo di pagamento per i consumatori

Il tasso di crescita del numero di commercianti che accettano bitcoin ha continuato a diminuire in questo trimestre (Slide 47). Le discussioni intorno al rallentamento di questo trend suggeriscono che il problema fondamentale non è la mancanza di interesse commerciale nel Bitcoin, ma piuttosto la mancanza di adozione da parte dei consumatori.

In questo quadrimestre sono stati creati un milione di nuovi portafogli (wallet) bitcoin, che rappresentano il 14% della crescita trimestre dopo trimestre. Il totale di wallet su Blockchain ha oltrepassato i tre milioni in febbraio.

Il ritmo di crescita di nuovi portafogli è quasi costante nel corso dell’ultimo anno, ciò fa sorgere dei dubbi sulla credibilità di questi numeri e domande su quanti portafogli sono attivamente utilizzati realmente per le transazioni.

CoinDesk prevede un totale di12 million  di bitcoin wallets per la fine del 2015 (Slide 53).

Technologia

La tecnologia a supporto del  Bitcoin sta cominciando a essere impiegata in molte applicazioni non valutarie come i diritti di proprietà, smart contracts, servizi notarili e di voto.

Società dentro e fuori da questo settore stanno cercando di capire come le proprietà della blockchain possano contribuire a rimodellare questi servizi e migliorare l’efficienza (Slide 61).

Un nuovo update al Bitcoin Core Protocol  è stato rilasciato con successo in questo trimestre con nuove funzionalità che lo migliorano , come una biblioteca di consenso e una prima sincronizzazione delle intestazioni (Slide 72).

Segnali positivi da Wall Street e dai legislatori

L’interesse di Wall Streetnel bitcoin si è ampliato durante questo trimestre as come dimostra il  movimento verso  le bitcoin startups di diversi dirigenti di società e servizi finanziari (Slide 77).

slide 77 wall street bitcoin

I principali istituti finanziari come  Citi and UBS hanno cominciando programmi di esplorazione sull’uso della tecnologia blockchain. Questi sviluppi possono assicurare una partnership sicura tra la finanza tradizionale e le nuove aziende del Bitcoin .

L’ultima revisione della normativa BitLicense nello Stato di  New York è stato presentata  questo Febbraio (Slide 80). Se da un lato ci sono alcuni positivi sviluppi, alcuni dei requisiti richiesti sono ancora considerati come ‘ripetitivi e ridondanti’.

Il Tesoro britannico ha anche annunciato un nuovo quadro normativo sulle criptovalute per questo trimestre. La proposta è vista complessivamente  come positiva e in linea con l’approccio morbido che è distintivo del Regno Unito per la regolamentazione finanziaria.

Se avete trovato lo “State of Bitcoin report 2015” utile, puoi trovare maggiori informazioni qui.

Nota: Potete accedere alla lista di tutti gli affari delle VC Bitcoin redatta da CoinDesk cliccate qui.

* Una pure-play bitcoin startup è primariamente focalizzata su una particolare funzione,  come il servizio wallet o come exchanger. Una universal bitcoin startup soddisfa molteplici elementi della catena di valori del bitcoin. Ad esempio, Coinbase soddisfa tutte le seguenti: wallet, processore di pagamento, exchange e quindi riscontra la definizione di “universal” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.